In fila con i peccatori

Leggi tutto: In fila con i peccatori

13 gennaio 2019

Battesimo del Signore
Lc 3,15-16.21-22
di ENZO BIANCHI 

Solidale con il suo popolo, uomo come tutti gli altri, mescolato alla folla anonima, in fila tra uomini e donne, senza nessuna volontà di distinzione dai peccatori, Gesù si fa immergere da Giovanni nelle acque del Giordano. Questo il primo gesto della sua vita pubblica: non una predicazione, non un miracolo, non qualcosa che potesse meravigliare i presenti, ma un gesto umano di umiltà, di sottomissione a Dio e di totale solidarietà con i suoi fratelli e sorelle peccatori.

Continua la lettura

L’Epifania, manifestazione dell’anti-regalità di Gesù

Leggi tutto: L’Epifania, manifestazione dell’anti-regalità di Gesù

6 gennaio 2019

Epifania del Signore
Mt 2,1-12
di ENZO BIANCHI 

I sapienti delle genti, i magi, “al vedere il bambino e sua madre” contemplano non quello che avevano tanto atteso e cercato, ma altro. E come convertiti, mutati nella loro mente e nel loro cuore, riconoscono la regalità nell’anti-regalità, la regalità potente e universale nella debolezza umana, in un infante incapace di parlare e di essere eloquente con la parola. Essi capiscono e giungono alla fede, pur non essendo destinatari né della rivelazione né delle sante Scritture. Ma restando obbedienti ai “segni dei tempi” giungono a incontrare la parola di Dio e quindi a vederne il compimento a Betlemme. Poi fanno ritorno al loro paese attraverso un altro cammino, cioè un altro modo di pensare e di vivere.

Continua la lettura

Il grande mistero della Visitazione

Leggi tutto: Il grande mistero della Visitazione

23 dicembre 2018

IV domenica di Avvento
Lc 1,39-45
di ENZO BIANCHI

Il racconto della Visitazione dà le vertigini: il Messia Gesù, non ancora nato ma presente nel grembo della madre Maria, incontra il precursore Giovanni, profeta presente egli pure nel grembo della madre Elisabetta e, riconosciuto, causa gioia ed esultanza. Avviene l’incontro con il Cristo da parte di tutta la profezia che lo ha preceduto, che discerne la venuta del Veniente tanto desiderato; e questo riconoscimento provoca la danza adorante e gioiosa per il compimento delle promesse di Dio. Tutto questo accade nell’incontro umanissimo tra due donne, che parlano l’una all’altra, si ascoltano e si rallegrano lodando Dio.

Continua la lettura

“Non sapevate che devo stare presso il Padre mio?”

Leggi tutto: “Non sapevate che devo stare presso il Padre mio?”

30 dicembre 2018

Domenica fra l’Ottava di Natale, Santa famiglia
Lc 2,41-52

di ENZO BIANCHI

Il Vangelo contesta ogni legame familiare che possa relativizzare il legame con il Signore e l’obbedienza a lui. La festa della santa famiglia in verità ci interroga sul concetto che noi cristiani abbiamo della famiglia, concetto purtroppo più debitore verso la tradizione che verso l’annuncio fatto su di essa dal Vangelo.

Continua la lettura