Un annuncio fatto in ginocchio

Leggi tutto: Un annuncio fatto in ginocchio

7 ottobre 2018

XXVII domenica del tempo Ordinario
Mc 10,2-16
di ENZO BIANCHI 

Chi legge l’annuncio di Gesù sul matrimonio fedele non sta in uno spazio esente dal peccato, ma si deve sentire solidale con quanti, nel duro mestiere del vivere e nell’ancor più duro mestiere del vivere in due nella vicenda matrimoniale, sono caduti nella contraddizione alla volontà del Signore. Questo annuncio può solo e sempre essere ridetto alla luce della misericordia di Dio narrata da Gesù.

Continua la lettura

Il Signore conosce i suoi

Leggi tutto: Il Signore conosce i suoi

30 settembre 2018

XXVI domenica del tempo Ordinario
Mc 9,38-43.45.47-48
di ENZO BIANCHI 

Cristo è il Signore di tutta la chiesa e lui solo conosce i suoi: non spetta dunque ai suoi, o ai pretesi suoi, giudicare altri come zizzania, fino a tentare di estirparli. Cristo trascende le frontiere di ogni comunità cristiana e può operare il bene in molte forme attraverso la potenza del suo Spirito santo, che “soffia dove vuole”.

Continua la lettura

Seguire Gesù

Leggi tutto: Seguire Gesù

16 settembre 2018

XXIV domenica del tempo Ordinario
Mc 8,27-35
di ENZO BIANCHI 

Il cammino di Gesù è il cammino di chi vuole seguirlo, cioè del discepolo, della discepola, ieri, oggi e domani. È la sequela di Gesù che fa un cristiano, una cristiana, è “perdere la vita per lui” che significa “salvarla”: la confessione di fede a parole non è sufficiente!

Continua la lettura

"Effatà, apriti!”

Leggi tutto:

9 settembre 2018

XXIII domenica del tempo Ordinario
Mc 7,31-37
di ENZO BIANCHI 

"Effatà, apriti!”, è un invito che dovremmo sentire come parola del Signore rivolta qui e ora a ciascuno di noi. Nello stesso tempo è un invito che noi stessi possiamo e dobbiamo indirizzare agli altri, in modo che fiorisca la comunicazione; dalla comunicazione la condivisione; dalla condivisione la comunità; dalla comunità la comunione.

Continua la lettura

Che cosa è impuro?

Leggi tutto: Che cosa è impuro?

2 settembre 2018

XXII domenica del tempo Ordinario
Mc 7,1-8.14-15.21-23

di ENZO BIANCHI 

Il peccato si innesta sempre nei rapporti tra ciascuno di noi e gli altri, nelle relazioni: è nei rapporti umani che la legge di Dio chiede carità, misericordia, sincerità e fedeltà. Il male, l’impurità non sta nelle realtà terrene ma sta in noi, là dove noi affermiamo solo noi stessi e non riconosciamo gli altri.

Continua la lettura