In questa rubrica giornaliera vi proponiamo la meditazione del Vangelo del giorno preparata da un fratello o una sorella di Bose. Il nostro desiderio è di spezzare il pane quotidiano della parola di Dio, condividendo la lectio divina fatta nella solitudine della cella monastica. Per tutti il fine è quello indicato da Ignazio d’Antiochia, “rifugiarmi nel Vangelo come nella carne di Gesù” (Lettera ai Filadelfiesi).

Le pericopi del vangelo seguono il lezionario proprio del nostro monastero.

Contro la religione

Leggi tutto: Contro la religione

7 febbraio 2023

La pericope di oggi, strettamente legata a quella che segue, è tra quei testi in cui emerge più che altrove il peso della distanza temporale e culturale tra i testi biblici e il nostro tempo. La tentazione per noi oggi sarebbe quella di liquidare in fretta queste parole come l’attacco di Gesù alla religiosità del suo tempo

Continua la lettura

«Io sono, non abbiate paura!»

Leggi tutto: «Io sono, non abbiate paura!»

6 febbraio 2023

Dopo la morte di Giovanni Battista, Gesù aveva detto ai discepoli: «Venite in disparte, voi soli, e riposatevi un po'» (Mc 6,31). Ma molti erano accorsi per ascoltare il suo insegnamento e per loro egli aveva operato la prima moltiplicazione dei pani. Qui si inserisce la nostra pericope. Quando le folle sono sazie, Gesù si sottraee costringe i discepoli a prendere il largo e a precederlo sull'altra riva. 

Continua la lettura

Sguardo di compassione

Leggi tutto: Sguardo di compassione

4 febbraio 2023

Il brano che leggiamo oggi riporta due episodi distinti. I discepoli al ritorno dalla missione raccontano a Gesù tutto quello che hanno fatto e Gesù li chiama con sé in disparte a riposarsi. Ma mentre si dirigono in barca verso un luogo deserto, la folla li precede, e Gesù si mette a insegnare loro.

Continua la lettura

Il dono e la legge

Leggi tutto: Il dono e la legge

2 febbraio 2023

Seguendo la narrazione degli eventi che hanno preparato e realizzato la nascita di Gesù fin qui esposti dall’evangelista Luca, vi vediamo in filigrana una logica sottostante, un segno caratterizzante: il segno del dono. Tutto fin qui si realizza come dono: come dice il profeta Isaia, “ci è stato donato un figlio” (Is 9,6).

Continua la lettura

Lasciamoci interpellare e toccare

Leggi tutto: Lasciamoci interpellare e toccare

31 gennaio 2023

Questo racconto ci pone davanti alla vita con tutta la sua drammaticità; la nostra vita tanto amata che viene minacciata da malattie e morte. Queste realtà dolorose toccano tutti: i ricchi e potenti, come Giairo, e quelli che non contano niente agli occhi della società, come la donna malata della quale il vangelo non specifica nemmeno il nome.

Continua la lettura

Semi del Regno

Leggi tutto: Semi del Regno

27 gennaio 2023

Le parabole del regno non ci parlano di un mondo al di là del mondo in cui viviamo, non raccontano cosa c’è di là, ma ci descrivono la nostra realtà con gli occhi di Dio, ci rivelano come e dove Dio regna già qui e ora e – solo di conseguenza – come sarà la vita piena quando questo regno, racchiuso in un piccolo seme, si sarà dilatato a dimensione cosmica ed eterna.

Continua la lettura

Parole di carne

Leggi tutto: Parole di carne

26 gennaio 2023

Ci sono detti di Gesù capaci di lasciarsi permeare da tante sfumature di senso quanti sono i contesti in cui gli evangelisti si sono divertiti ad inserirli. È il caso delle parole di oggi: incastonate tra due parabole che raccontano la vicenda di un seme – il seme della Parola, il piccolo chicco del Regno – assumono la potenza dirompente di un aratro. Il vomere sono i comandi, di una chiarezza che non lascia scampo

Continua la lettura

Eppure

Leggi tutto: Eppure

25 gennaio 2023

Siamo alla fine, eppure è solo l’inizio di una nuova epoca. Tutto sembra andare a rotoli e abbiamo mille argomentazioni per sostenere questa tesi senza confutazioni, eppure i verbi al futuro della pagina evangelica di oggi ci annunciano lo sbeffeggiamento del potere del male, l’ingresso di lingue nuove nella storia dell’umanità

Continua la lettura

I familiari di Gesù

Leggi tutto: I familiari di Gesù

24 gennaio 2023

“Chi è mia madre, chi sono i miei fratelli?”, dice Gesù. Chi sono “i suoi” (Mc 3,21), chi quelli di casa sua? Un interrogativo con una puntuale risposta sempre da parte di Gesù: “Chi fa la volontà del Padre mio, costui è per me fratello, sorella e madre”, volontà resa esplicita nel dire e nel fare di Gesù: “Mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato e compiere la sua opera” (Gv 4,34).

Continua la lettura

  • 1
  • 2