“Volete andarvene anche voi?”

Leggi tutto: “Volete andarvene anche voi?”

26 agosto 2018

XXI domenica del tempo Ordinario
Gv 6,60-69

di ENZO BIANCHI 

Ci scandalizziamo di fronte all’immagine di un “Dio al contrario”, di un “Messia al contrario”, che è fragile, povero, debole e del quale gli uomini possono fare ciò che vogliono… È lo scandalo dell’incarnazione, dell’umanizzazione di Dio, patito ancora oggi dagli uomini religiosi che accusano di non credere in Dio chi accoglie dal Vangelo il messaggio di un Dio fattosi realmente uomo, carne mortale, in Gesù di Nazaret.

Continua la lettura

Trasfigurazione del Signore

Leggi tutto: Trasfigurazione del Signore

6 agosto 2018

Trasfigurazione del Signore
Mc 9,1-10

omelia di ENZO BIANCHI

La Trasfigurazione è la festa che la nostra comunità ha scelto come festa che illumina in modo specifico la sua vita è la sua vocazione, festa che è un “mistero”di rivelazione per tutta la Chiesa, è una profezia per tutta l’umanità e l’intera creazione: Gesù, nella sua carne mortale così manifestamente tangibile, nella sua umanità e nella sua mortalità, ha mostrato la sua gloria di Figlio di Dio, ha rivelato la sua condizione di Dio.

Continua la lettura

Tutta la vita del Figlio

Leggi tutto: Tutta la vita del Figlio

12 agosto 2018

XIX domenica del tempo Ordinario
Gv 6,41-51

di ENZO BIANCHI

Queste parole di Gesù nel quarto vangelo ci danno le vertigini se le accogliamo con fede, mentre ci scandalizzano se non sentiamo una profonda e segreta attrazione verso Gesù, destata da Dio. Dio non ci costringe, neppure si impone, porgendoci il dono del Figlio nel suo grande amore per Dio e per il mondo, ma ci fa un’offerta affinché sappiamo rispondergli nella libertà e per amore.

Continua la lettura

La moltiplicazione dei pani

Leggi tutto: La moltiplicazione dei pani

29 luglio 2018

XVII domenica del tempo Ordinario
Gv 6,1-15

di ENZO BIANCHI

Gesù appare come il Profeta escatologico, che non soccorre solo la fame, il bisogno umano di mangiare per vivere, ma fa il dono del suo corpo, amando i suoi fino alla fine. Nel gesto di Gesù vi è il venire incontro al bisogno umano ma anche la narrazione dell’amore di Dio, amore gratuito e sovrabbondante, eccessivo, che non chiede contraccambio, ma solo accoglienza e ringraziamento.

Continua la lettura