La parabola dei talenti

Leggi tutto: La parabola dei talenti

XXXIII domenica del tempo Ordinario A
Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI
Questa parabola non è un’esaltazione dell’efficienza (tanto meno di quella economica o finanziaria), non è un inno alla meritocrazia, ma è una vera e propria contestazione verso la comunità cristiana che sovente è tiepida, senza iniziativa, contenta di quello che opera, paurosa di fronte al cambiamento richiesto da nuove sfide o dalle mutate condizioni culturali della società.

Continua la lettura

I frutti dell'amore

Leggi tutto: I frutti dell'amore

1 novembre - Tutti i santi
Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI
Noi oggi contempliamo questo mistero: i morti per Cristo, con Cristo e in Cristo sono con lui viventi e, poiché noi siamo membra del corpo di Cristo ed essi membra gloriose del corpo glorioso del Signore, noi siamo in comunione gli uni con gli altri, chiesa pellegrinante con chiesa celeste, insieme formanti l’unico e totale corpo del Signore.
LEGGI ANCHE: I morti, le nostre radici

Continua la lettura

I morti: le nostre radici

Leggi tutto: I morti: le nostre radici

2 novembre - Memoria dei morti
Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI
La memoria dei morti è per i cristiani una grande celebrazione della resurrezione: quello che è stato confessato, creduto e cantato nella celebrazione delle singole esequie, viene riproposto qui, in un unico giorno, per tutti i morti.

Continua la lettura

Il grande comandamento

Leggi tutto: Il grande comandamento

XXX domenica del tempo Ordinario, ANNO A,
26 ottobre 2014 di ENZO BIANCHI

Dio va amato amando gli altri come lui li ama. L’amore per gli altri è ciò che rende vero il nostro amore per Dio, è l’unico luogo rivelativo, l’unico segno oggettivo che noi siamo discepoli di Gesù, e dunque amiamo Gesù e amiamo Dio.

Continua la lettura