“Vegliate, vigilate!”

Leggi tutto: “Vegliate, vigilate!”

12 novembre 2017

XXXII domenica del tempo Ordinario
Mt  25,1-13

di ENZO BIANCHI

Il ritardo della venuta finale di Gesù era un vero e proprio trauma per le prime generazioni cristiane. E noi attendiamo ancora il Signore veniente oppure abbiamo per la sua venuta lo stesso entusiasmo di quelli che aspettano l’autobus alla fermata? È nella capacità di vigilare, tenendo vivo qui e ora il desiderio dell’incontro con il Signore, che si gioca il giudizio finale, ossia l’essere o meno riconosciuti dal Signore quando verrà alla fine dei tempi.

Continua la lettura

La parabola dei talenti

Leggi tutto: La parabola dei talenti

19 novembre 2017

XXXIII domenica del tempo Ordinario
Mt  25,14-30

di ENZO BIANCHI

Questa parabola non è un’esaltazione, un applauso all’efficienza, non è un’apologia di chi sa guadagnare profitti, non è un inno alla meritocrazia, ma è una vera e propria contestazione verso il cristiano che sovente è tiepido, senza iniziativa, contento di quello che fa e opera, pauroso di fronte al cambiamento richiesto da nuove sfide o dalle mutate condizioni culturali della società.

Continua la lettura

Dire e non fare…

Leggi tutto: Dire e non fare…

5 novembre 2017

XXXI domenica del tempo Ordinario
Mt  23,1-12

di ENZO BIANCHI

Questo discorso è duro, e può meravigliarci di trovarlo sulla bocca di chi con misericordia perdonava i peccatori, mangiava con loro e li faceva sentire amati da Dio, anche se non meritavano tale amore. Gesù – possiamo dire – attacca i legittimi pastori del suo popolo, i dirigenti, quelli che erano riconosciuti esperti delle sante Scritture, che erano ritenuti maestri e modelli esemplari per i credenti. Sia però chiaro che queste sue parole vanno a colpire vizi religiosi non solo giudaici ma anche cristiani! Di più, questi rimproveri non vanno applicati generalizzando, ma vanno ripetuti per noi cristiani, noi che nella chiesa svolgiamo una funzione e sovente siamo ritenuti “uomini e donne di Dio”, secondo il linguaggio corrente.

Continua la lettura

“Venite alle nozze!”

Leggi tutto: “Venite alle nozze!”

15 ottobre 2017

XXVIII domenica del tempo Ordinario
Mt  22,1-14

di ENZO BIANCHI

Di fronte alla chiamata che il Signore sempre rinnova, siamo pronti ad accedere al banchetto, senza dilazioni, o invece opponiamo alla parola del Signore molte ragioni personali, per non ascoltarla? E se partecipiamo al banchetto nuziale del Regno, vi andiamo mutando la veste del nostro comportamento, in una vera conversione, o invece finiamo per mentire con ipocrisia, entrando nell’alleanza con il Signore senza aver operato un reale cambiamento del nostro modo di vivere?

Continua la lettura

“Restituite a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio”

Leggi tutto: “Restituite a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio”

22 ottobre 2017

XXIX domenica del tempo Ordinario
Mt  22,15-21

di ENZO BIANCHI

Con questo famoso detto Gesù non voleva risolvere i nostri litigi e le nostre lotte politiche, perché ciò spetta alla nostra responsabilità che nasce da un discernimento che dobbiamo operare da noi stessi. Gesù non è stato e non ha voluto essere un Messia politico; e se ha confessato di essere Re, ha subito aggiunto di esserlo non come i re di questo mondo. Non è stato dunque un Cesare contro Cesare, ma ha rispettato e ha chiesto di rispettare l’autorità stabilita e di onorare i suoi diritti, in quanto autorità umana necessaria, sempre sottomessa alla complessità della realtà sociale e politica di un’epoca precisa. D’altra parte, restituire a Dio ciò che è di Dio significa rendergli un’umanità che non porta solo la sua immagine indelebile ma che si è fatta a lui rassomigliante: è il cammino dell’umanizzazione!

Continua la lettura