Una preghiera calma

La fretta nella preghiera, così come il senso di stanchezza, sono il segno che ti aggrappi al tempo materiale, privo delle benedizioni dello Spirito e delle aspirazioni all'eternità. La percezione del tempo materiale, dell'importanza dei minuti, delle ore, delle azioni umane temporali che ti attendono dopo la preghiera, contribuisce a soffocare in te lo Spirito e a impedirti di godere della percezione dell'eternità e di vivere in essa durante la preghiera.

Continua la lettura

Tu condividi l’amore e basta

Leggi tutto: Tu condividi l’amore e basta

Abbiamo ascoltato dal discorso della montagna, discorso fatto al popolo della nuova Alleanza da parte di Gesù alcune parole riguardanti la preghiera, il digiuno e la condivisione. E’ significativo che Gesù conferma la necessità della preghiera, la prassi del digiuno praticata all’interno del giudaismo e la bontà della condivisione dei beni con i poveri.

Continua la lettura

La lotta contro gli idoli

Leggi tutto: La lotta contro gli idoli

L'incontro con il Cristo e l'adesione a lui comporta rotture e tagli: «Nessuno può servire a due padroni... non potete servire a Dio e a Mammona» (Mt 7,24). Abituato a vivere in una società caratterizzata dal «ritorno degli dèi», da un nuovo politeismo; una società che non conosce più il rigoroso aut-aut, ma legittima tutto sponsorizzando una cultura dell'et-et, il giovane è tentato di far convivere schizofrenicamente in sé il riferimento a Cristo con comportamenti e riferimenti «altri» che alla lunga non possono che svelare la loro incompatibilità.

Continua la lettura

La Parola di Dio

Leggi tutto: La Parola di Dio

«Ho scritto a voi, giovani, perché siete forti e la Parola di Dio dimora in voi e avete vinto il Maligno» (1 Gv 2,14). La forza e la lotta contro il Maligno: ecco ciò che contraddistingue il giovane secondo l'apostolo Giovanni. Ecco ciò a cui il giovane è chiamato. E la Parola di Dio è ciè che dà forza al giovane in questa lotta portandolo fino alla vittoria.

Continua la lettura

  • 1
  • 2