“Fratello, sorella, tu vivrai la tua povertà anche sottoponendoti al lavoro, come tutti gli uomini … Tu lavorerai perché i padri e gli apostoli hanno lavorato per vivere del lavoro delle proprie mani, perché non ti è lecito farti servire dagli altri, perché il lavoro è collaborazione alla creazione in atto da parte della Sapienza di Dio, perché tu devi testimoniare la tua solidarietà con gli uomini, operando in mezzo a loro.
E bada di prendere sul serio la tua vita di lavoro. La tentazione sarebbe di lavorare quando ti piace e come ti piace: ma così resteresti un dilettante. Sei un uomo come gli altri, lavorerai come loro, cercherai con loro la giustizia e la fine dello sfruttamento ma non ti esimerai dal vivere la loro condizione” (Regola di Bose 19).

Le sorelle che vivono a Civitella curano, insieme alle sorelle benedettine, l’uliveto, il vigneto e l’orto. Il lavoro della comunità è inoltre dedicato alla produzione di candele artigianali e alla biblioteca, composta da circa trentamila volumi. Oltre a testi di teologia, esegesi biblica, patristica e spiritualità, la biblioteca offre un’ampia raccolta di testi letterari e filosofici.

Monastero di Bose - Fraternità di Civitella San Paolo (Roma)

Via Civitellese per Nazzano, 11 Civitella San Paolo Roma
tel. e fax (+39) 0765 335114 e-mail: civitella@monasterodibose.it