Europa o cristianità?

Europa o cristianità?

18 Noviembre 2018

(Save to cal)

Italia

altMassimo Cacciari
Università Vita e Salute San Raffaele, Milano

L’Europa, proprio nel momento in cui giungeva alle soglie dell’unità politica ed economica, si scoprì in preda a spinte opposte, centrifughe, a resistenze di ogni tipo – teoriche e pratiche –, come se il segno dell’unità fosse innanzitutto in questo acuto sentimento di crisi. Come si spiega tutto ciò? Nietzsche scrisse una volta che l’Europa è un malato, anzi un malato incurabile. Fin dalle guerre persiane, anzi fin dall’«Asia» ionica, l’Europa è instabile intorno ai suoi confini, inquieta nel suo cuore, incerta sul suo destino. In che misura il cristianesimo è fondante nell’idea di Europa? Fin dal suo apparire, nella coscienza ellenica, procede per decisioni – e, dunque, problemi, enigmi, bivi si aprono continuamente di fronte al suo sguardo. Ora proprio il tentativo di ridurre questa tensione di opposti, la volontà di forzarli a un accordo è all’origine di quella violenza che vediamo sprigionarsi dall’interno dell’Europa. Mentre forse l’unica via di salvezza sta lì dove si tenta di tener fermo proprio ciò che appare perfettamente singolo, perfettamente distinto...


Il filosofo Massimo Cacciari è professore emerito di estetica presso l'università di Venezia e l'Università Vita-Salute San Raffaele, di cui è stato primo preside. È stato sindaco di Venezia dal 1993 al 2000 e dal 2005 al 2010.


É previsto un primo incontro alle 10.30, l’eucaristia alle 12.00, la ripresa con il secondo incontro alle 15.00, seguito dal vespro.

Per partecipare occorre iscriversi telefonando a:
(+39) 015 679 185 dal lunedì al sabato (eccetto sabato sera) a questi orari:
dalle 10.00 alle 12.00;

dalle 14.30 alle 16.30;

dalle 20.00 alle 21.00.

Per informazioni: 
ospiti@monasterodibose.it