images/newsletter/qiqajon/foglie/17_07_31_consigli_lettura.jpg
Titolo, copertina, quarta sono ben visibili, attirano lo sguardo, ma il contenuto rimane un mistero finché non prendete tra le mani il libro, lo annusate e cominciate a sfogliarlo.

In questa rubrica troverete ogni mese il nostro suggerimento, una pagina scelta per voi, per farvi scoprire tante piccole perle racchiuse nei nostri libri.

Stelle, segno di speranza

Leggi tutto: Stelle, segno di speranza

Gli autori del Nuovo Testamento, fatta eccezione per quello dell’Apocalisse, mostrano scarso interesse per il mondo delle stelle. Una sola stella brilla in modo particolare nel firmamento degli evangelisti, vale a dire quella che, secondo Matteo, guida i magi verso il bambino di Betlemme.

Continua la lettura

Cercatori di pace

Leggi tutto: Cercatori di pace

La realtà suprema, colui che veramente è il Creatore e protettore dell’universo, si rivela negli scritti biblici come il Dio della pace. La pace non è qualcosa che l’essere umano possa raggiungere da solo, con le proprie decisioni e i propri atti. Rimane in definitiva un dono di Dio. Un dono però che, per essere dato, richiede un atteggiamento corrispondente da parte dell’uomo. In primo luogo bisogna che l’uomo stesso sia consapevole di quale sia la vera fonte della pace, con una relazione con Dio piena di fiducia, con la preghiera, il culto, la conformazione alla sua volontà. “Signore nostro Dio, donaci la pace” (cf. Is 26,12).

Continua la lettura

Non soli, ma una comunione d'amore

Leggi tutto: Non soli, ma una comunione d'amore

Rendere testimonianza della verità e della bellezza della fede è la missione del cristiano e della chiesa anche oggi. Il segreto di questa missione risiede in una vita cristiana convincente. La missione della chiesa avviene oggi, principalmente, non tramite una pubblicità seducente, o attraverso la diffusione di svariati documenti o la divulgazione mediatica. Il mezzo decisivo attraverso cui Dio si irradia sono i cristiani stessi che vivono la loro fede in maniera credibile e danno al vangelo un volto personale. Se Gesù Cristo, “luce del mondo” (Gv 8,12), ci illumina, noi stessi risplenderemo, saremo cristiani radiosi che vivono brillando come quelle candele che, dall’interno, sprigionano il loro bagliore verso l’esterno.

Continua la lettura