S. Stefano

26 dicembre

MARTIROLOGIO

Tracciandosi il segno della croce 

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

I nostri fratelli hanno vinto l’accusatore
attraverso il sangue dell’Agnello
e con la parola di cui furono testimoni
rinunciando alla propria vita fino a morire.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. amen.

INNO

Coloro che il roveto ardente ha conquistato
son radunati attorno a te nel Regno eterno
nella sete han cercato il tuo volto di luce
solo te han seguito, ora vivono in te.

Al tuo banchetto eterno vengono nel canto
trasfigurati attorno al trono della gloria
han riposto ogni attesa nell’Amore fedele
tu li colmi di luce e li fai simili a te.

L’immensa nube dei tuoi santi testimoni
eleva a te il canto nuovo senza fine:
«La salvezza è di Dio e dell’Agnello immolato
noi non siamo che servi del suo sangue innocente».

A te, o Padre, creatore d’ogni cosa
per il Signore e redentore d’ogni vita
noi quaggiù sulla terra assieme ai santi del cielo
diamo lode per sempre nello Spirito santo.

SALMO 

Antifona

Il Signore renda i vostri cuori
saldi e irreprensibili nella santità.

Salmo  26 (25)

Fammi giustizia, Signore
ho camminato sulla via dell’integrità
mi sono abbandonato al Signore
perciò non potrò vacillare,
scrutami, Signore, e provami
passa al fuoco il mio profondo
e il mio cuore.

Il tuo amore è davanti ai miei occhi
io cammino secondo la tua verità
non siedo con chi è idolatra
non vado con gente ipocrita,
ho in odio la compagnia degli empi 
non siedo insieme ai malvagi.

Lavo nell’innocenza le mie mani
e danzo intorno al tuo altare, Signore
per far risuonare il mio inno di grazie
per raccontare tutti i tuoi prodigi,
amo la casa dove dimori, Signore
il luogo dove abita la tua gloria.

non associare il mio essere ai peccatori
la mia vita a chi versa del sangue
la loro mano è colma di delitti la loro destra spande corruzione.
Io invece cammino nell’integrità
riscattami, di me abbi pietà
il mio piede sta saldo sulla via retta
nelle assemblee benedirò il Signore.

Antifona

Il Signore renda i vostri cuori 
saldi e irreprensibili nella santità.

VANGELO

Dal Vangelo secondo Matteo (10,17-22)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:«17 Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18 e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. 19 Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell'ora ciò che dovrete dire: 20 infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.
21 Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. 22 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato.»

Fai una breve pausa di silenzio

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

Signore, noi ti lodiamo per i martiri,
che hanno accettato di morire
per testimoniare la fede:
accordaci lo spirito di libertà.

Signore, noi ti lodiamo per i martiri,
che hanno versato il loro sangue
a causa del tuo Nome:
concedici la forza della fede.

Signore, noi ti lodiamo per i martiri,
che ti hanno seguito
sul cammino della croce:
forti caci nelle tribolazioni e nelle prove.

Esprimi nel segreto una tua invocazione.

PRGHIERA

Signore Dio,
nelle sofferenze che incontriamo nella nostra vita
accordaci di tenere fisso lo sguardo su Gesù Cristo tuo Figlio,
affinché, ricolmi di Spirito santo,
sappiamo amare e benedire i nostri nemici,
sull’esempio di Stefano che ha saputo implorare il perdono
per i suoi persecutori.
Per Cristo nostro Signore.

- Amen

Ora prega il Padre nostro

Padre nostro che sei nei cieli …

Concludi facendoti il segno della croce