Preghiera per il tempo di Quaresima: venerdì

17 marzo 2017

Tracciandosi il segno della croce

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Le misericordie del Signore non sono finite Lam 3,22-23
non sono esaurite le sue compassioni
esse sono rinnovate ogni mattina
perché grande è la sua fedeltà.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Gesù innalzato sulla croce

Gesù innalzato sulla croce
riscatta tutto per amore
la lunga attesa della storia
l’angoscia e il pianto d’ogni uomo.

Il Soffio effuso nella morte
attira a lui la terra intera
e fa salire al suo riposo
il santo popolo in cammino.

Rigenerata dal Signore
principio e fine d’ogni cosa
la creazione tutta intera
annuncia il regno della pace.

Le genti tutte guarderanno
a lui trafitto e nella gloria
che vive e regna con il Padre
e il santo Spirito in eterno.

SALMO  69

Salvami, o Dio
l’acqua mi arriva alla gola!
3 affondo in un abisso di fango, nulla mi trattiene
discendo nell’abisso delle acque
il vortice mi inghiotte.

4 Sono sfinito a forza di gridare
la mia gola è riarsa
i miei occhi si sono consumati
nell’attesa del mio Dio.

5 Più numerosi dei capelli della mia testa
mi odiano senza ragione
contro di me sono avversari potenti
nemici menzogneri.

Ma io nulla ho rubato
cosa dovrei restituire?
6 o Dio, tu conosci la mia stoltezza
le mie colpe non ti sono nascoste.

7 Chi spera in te non arrossisca a causa mia
Signore, Dio dell’universo
non si vergogni di me chi ti cerca
o Dio di Israele.

8 È per te che sopporto l’insulto
l’infamia copre il mio volto,
9 per i miei fratelli sono un estraneo
uno sconosciuto per i figli di mia madre
10 mi divora lo zelo per la tua casa
chi ti insulta insulta anche me.

11 Se piango e faccio digiuno
divento bersaglio di scherni,
12 se indosso un vestito di sacco
divento per essi una favola
13 alle porte fanno commenti su di me
seduti a bere mi deridono.

14 Io resto in preghiera davanti a te
Signore, è tempo della grazia!
nel tuo grande amore rispondimi
nella fedeltà della tua salvezza, o Dio.

15 Strappami dal fango, che io non sprofondi
liberami da chi mi odia, dall’abisso delle acque
16 non mi trascini la corrente, il vortice non mi inghiotta
la bocca dell’abisso non si chiuda su di me.

17 Signore, rispondi: il tuo amore è bontà!
volgiti a me nella tua grande misericordia,
18 non nascondere il tuo volto al tuo servo
sono agli estremi, presto, rispondimi
19 vieni vicino a me e riscattami
salvami di fronte ai miei nemici.

20 Tu conosci la mia confusione
la mia infamia e la mia vergogna
i miei oppressori sono tutti davanti a te,
21 l’insulto spezza il mio cuore
il mio male diventa incurabile.

Ho sperato compassione, ma invano
consolatori, ma nessuno ho trovato
22 mi danno come cibo del fiele
nella mia sete mi fanno bere l’aceto.

23 La loro tavola diventi un tranello
i loro banchetti siano un’insidia
24 i loro occhi accecati non vedano
spezza per sempre i loro fianchi.

25 Riversa su di loro il tuo furore
li raggiunga il fuoco della tua ira
26 la loro abitazione diventi un deserto
nessuno sia ospite nelle loro tende.

27 Poiché inseguono colui che tu percuoti
contando i colpi di colui che tu ferisci
28 imputa loro colpa su colpa
non ottengano la tua giustificazione.

29 Siano cancellati dal libro della vita
non siano iscritti tra i giusti
30 quanto a me, povero e sofferente
mi rialzerà la tua salvezza, o Dio.

31 Voglio lodare il Nome di Dio con canti
voglio magnificarlo nel ringraziamento:
32 il Signore gradirà questa offerta
più di un giovenco, vittima pura.

33 Gli umili vedano e si rallegrino
vita e gioia ai cercatori di Dio!
34 perché il Signore ascolta i poveri
non disprezza chi a lui aderisce.

35 Lo celebrino il cielo e la terra
i mari e quanto in essi si muove,
36 perché Dio salverà Sion e ricostruirà le città della Giudea
ne farà una dimora, un possesso
37 un’eredità per la discendenza dei suoi servi
una dimora per gli amanti del suo Nome.

EVANGELO
Dal Vangelo secondo Matteo (5,28-58)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: « 12 Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti. 13 Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che vi entrano. 14 Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano! 15 Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci! 16 Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dagli spini, o fichi dai rovi? 17 Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; 18 un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. 19 Ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. 20 Dai loro frutti dunque li riconoscerete.»

Fai una breve pausa di silenzio

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo fatto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

O Cristo,
la tua passione è anche passione dell’umanità:
è la fame degli affamati, la sete degli assetati.

O Cristo,
la tua passione continua tra i viventi:
è il languire dei malati, l’agonia dei morenti.

O Cristo,
la tua passione è presente nella storia:
è l’oppressione dei poveri, la tortura dei perseguitati.

O Cristo,
la tua passione è sofferta in mezzo a noi:
ogni dolore è tuo dolore, ogni vergogna è tua vergogna.

O Cristo,
la tua passione è vissuta in noi e in ogni creatura:
è gemito e sofferenza in attesa della redenzione.

O Cristo,
la tua passione è contemplata nel corpo della chiesa:
è la tua morte annunciata e vissuta
sempre e dovunque.

ORAZIONE

Dio nostro Padre,
Cristo Gesù, primogenito di una moltitudine di fratelli,
ha portato il dolore di chi soffre
e di chi è disprezzato:
perdona la nostra indifferenza,
rendici attenti ai bisogni degli altri,
affinché il nostro digiuno quaresimale
sia una vittoria sull’egoismo
e una partecipazione alla tua carità.
Sii benedetto ora e nei secoli dei secoli.
Amen.

Ora prega il Padre nostro

Padre nostro che sei nei cieli …

Concludi facendoti il segno della croce


Musica e testi:
Ecco il Signore viene, Edizioni Qiqajon
Salterio di Bose, Edizioni Qiqajon 
La preghiera dei giorni, Edizioni Qiqajon