Chi porta il peso

Leggi tutto: Chi porta il peso

Osservatore Romano
28 gennaio 2017

Ho sempre ritenuto che chi ha iniziato un’opera non può pensare di portarla a compimento, perché questo spetta allo Spirito santo e non mi sono mai sentito insostituibile. Entrando nell’anzianità e discernendo, non da solo, la maturità della comunità, ho pensato che era venuta l’ora di lasciare il posto di priore a un altro fratello.

Continua la lettura

Pasqua insieme, pasque diverse

Leggi tutto: Pasqua insieme, pasque diverse

La Stampa 16 aprile 2017

Quest’anno i cristiani di tutte le chiese e confessioni festeggiano la Pasqua alla stessa data. Ma non la festeggiano certo allo stesso modo. Non solo perché liturgie, riti e tradizioni sono diverse fin dai primi secoli, ma ancor più perché a essere profondamente diversa è la condizione in cui i cristiani vivono nelle diverse parti del globo. In Egitto, dove i cristiani sono circa il 10% della popolazione, quest’anno più che mai i fedeli partecipano alle celebrazioni del mistero centrale della loro fede – la morte e risurrezione di Gesù Cristo – a rischio della loro stessa vita, come tragicamente ci hanno ricordato le vittime di Tanta e di Alessandria solo domenica scorsa.

Continua la lettura

Una riforma spirituale

Leggi tutto: Una riforma spirituale

Osservatore Romano
30 dicembre 2016

Vigilante e visionario, il Pontefice appare un uomo forte, in buona salute, un cristiano che si nutre di fede convinta, un pastore che conosce la sollecitudine per ogni pecora a cominciare da quella smarrita, per la Chiesa che presiede, per le Chiese cristiane tutte.

Continua la lettura

La risposta al contagio

Leggi tutto: La risposta al contagio

Avvenire 22 dicembre 2016

La lucida follia omicida ha seminato morte al cuore dell’Europa, in quella Berlino che nel 1989 era diventata il simbolo della caduta di ogni muro e della riconciliazione tra due mondi confinanti ma ideologicamente agli antipodi. E ha colpito in prossimità della festività religiosa più sentita in occidente, forse l’unica ancora capace di richiamare tutti i membri di una società secolarizzata a sentimenti di pace e di bontà.

Continua la lettura