Da settembre in libreria…

dd096fb608a46fef25bbb36fbbe9cbc8.jpg

Anche nel caldo dell’estate, in attesa delle prossime uscite in libreria, hanno parlato dei nostri libri…
Ecco la presentazione di tre delle nostre novità 2017 fatta dal card. Ravasi su La Domenica del Sole 24 Ore, domenica 20 agosto 2017.


 

Da settembre in libreria… ecco alcune delle prossime novità Qiqajon!

LoufE Gesù disse: “Ma non capite ancora?”
Il Vangelo secondo Marco

di André Louf
Prefazione di Enzo Bianchi

Le parole di un padre alla propria comunità monastica e a tanti uomini e donne che cercano nella parola di Dio la luce e il nutrimento per il loro cammino. Padre André Louf accompagna il lettore attraverso le domeniche dell’anno commentando e spiegando la Parola: seguendo ciò che la chiesa e la liturgia propongono, ci fa scoprire il Vangelo di Marco e ci fa conoscere, grazie a commenti puntuali, profondi e ricchi di suggerimenti spirituali, quel Gesù nel quale riponiamo la nostra fede.

André Louf (Lovanio 1929 – Mont-des-Cats 2010), monaco nell’abbazia trap- pista di Mont-des-Cats, nelle Fiandre francesi, eletto abate durante il concilio Vaticano II, è stato uno dei più autorevoli maestri spirituali del nostro tempo. Presso le edizioni Qiqajon ha già pubblicato diversi volumi sulla vita spirituale cristiana, tra cui Sotto la guida dello Spirito, Cantare la vita, L’umiltà e L’uomo interiore.


PrévostApocalisse: i simboli svelati

di Jean-Pierre Prévost

L’Apocalisse di Giovanni è incontestabilmente il libro del Nuovo Testamento che ha ispirato di più l’immaginario cristiano del nostro occidente. L’interpretazione dei tanti simboli incuriosisce e la ricchezza delle immagini richiede di essere contemplata per guardare la storia alla luce dell’ultima rivelazione della Bibbia e lasciarsi portare dai simboli e dalla loro potenza evocatrice. Come l’angelo inviato a Giovanni per guidarlo nelle sue visioni, questo lessico è un vero e proprio viaggio nel paese dell’Apocalisse e dell’immaginario del suo autore.

Jean-Pierre Prévost (1947), biblista, esegeta e traduttore dell’Antico Testamento, dopo aver compiuto gli studi a Gerusalemme e Roma, ha insegnato all’Université Saint-Paul a Ottawa. È autore di diverse opere di divulgazione biblica, in particolare sui Salmi e sull’Apocalisse.


AnastasiosVivere insieme
Il contributo delle religioni a un’etica della convivenza

di Anastasios, arcivescovo di Tirana, di Durazzo e di tutta l’Albania

Il bisogno dell’uomo di comunicare, di avere “relazioni” è sempre stato vitale. L’essere umano deve però ricercare una convivenza armonica, che non abolisca la peculiarità culturale dei popoli appiattendo ogni differenza, ma che sappia valorizzare in modo creativo i diversi carismi delle persone e dei popoli. Le ingiustizie, la corruzione e la povertà non hanno mai cessato di distruggere la convivenza umana e su questi problemi le grandi confessioni religiose, che hanno influenzato la cultura dei diversi popoli, hanno contribuito a donare principi e a suggerire strade da percorrere.

Anastasios (Yannoulatos), nato in Grecia nel 1929, è arcivescovo di Tirana, di Durazzo e di tutta l’Albania; primate del santo sinodo della chiesa ortodossa autocefala di Albania. Dal 1997 è professore emerito dell’Università Nazionale di Atene, dove ha insegnato storia delle religioni per oltre vent’anni. È autore di numerosi libri, tradotti in diverse lingue.