images/newsletter/qiqajon/foglie/17_07_31_consigli_lettura.jpg
Titolo, copertina, quarta sono ben visibili, attirano lo sguardo, ma il contenuto rimane un mistero finché non prendete tra le mani il libro, lo annusate e cominciate a sfogliarlo.

In questa rubrica troverete ogni mese il nostro suggerimento, una pagina scelta per voi, per farvi scoprire tante piccole perle racchiuse nei nostri libri.

La responsabilità dell'annuncio

Leggi tutto: La responsabilità dell'annuncio

Nella chiesa del tempo postconciliare, da quando papa Giovanni con il suo discernimento profetico individuò tra i “segni dei tempi” l’ingresso della donna nella vita pubblica, più volte sentiamo voci – a cominciare da quelle dei papi – che si levano per chiedere una più grande valorizzazione della donna nella chiesa, una sua maggior partecipazione alle diverse istituzioni che la reggono e la organizzano, un riconoscimento a lei di tutte le facoltà che in quanto battezzata (e ciò vale anche per i laici battezzati) possiede di diritto.

Continua la lettura

Quando è l'oggi?

Leggi tutto: Quando è l'oggi?

Cosa intende la Bibbia stessa per “oggi”? Dal momento che ne parla. E come prescrive di leggerla oggi? In quanto ogni libro contiene delle indicazioni sul modo in cui è opportuno leggerlo. Gli scritti giungono a noi avendo all’interno, apertamente o discretamente, la loro propria modalità di impiego: un poema dice di essere un poema, un articolo di giornale dice di essere tale.

Continua la lettura

Grande e piccolo

Leggi tutto: Grande e piccolo

Il Regno che Gesù annuncia avrà ben poco in comune con le nostre società terrene: per questo siamo così restii a entrare in quell’ottica. Tendenzialmente saremmo portati ad applicare al Regno gli stessi criteri che funzionano così bene nei nostri regni, mentre, tra il regno di Gesù e i nostri, non solo le gerarchie non corrispondono, ma seguono una logica diametralmente opposta.

Continua la lettura

Stelle, segno di speranza

Leggi tutto: Stelle, segno di speranza

Gli autori del Nuovo Testamento, fatta eccezione per quello dell’Apocalisse, mostrano scarso interesse per il mondo delle stelle. Una sola stella brilla in modo particolare nel firmamento degli evangelisti, vale a dire quella che, secondo Matteo, guida i magi verso il bambino di Betlemme.

Continua la lettura

Cercatori di pace

Leggi tutto: Cercatori di pace

La realtà suprema, colui che veramente è il Creatore e protettore dell’universo, si rivela negli scritti biblici come il Dio della pace. La pace non è qualcosa che l’essere umano possa raggiungere da solo, con le proprie decisioni e i propri atti. Rimane in definitiva un dono di Dio. Un dono però che, per essere dato, richiede un atteggiamento corrispondente da parte dell’uomo. In primo luogo bisogna che l’uomo stesso sia consapevole di quale sia la vera fonte della pace, con una relazione con Dio piena di fiducia, con la preghiera, il culto, la conformazione alla sua volontà. “Signore nostro Dio, donaci la pace” (cf. Is 26,12).

Continua la lettura