images/newsletter/ecumenismo/16_05_14_finestra_ecumenica.png

Finestra ecumenica è anche una newsletter mensile di informazione e formazione su quanto accade nelle Chiese cristiane con una nostra lettura degli eventi ecumenici più significativi. Particolare attenzione è data alle realtà ecclesiali e monastiche con cui da sempre si è intrecciata la nostra storia di comunità ecumenica.  

Se desideri ricevere via email Finestra ecumenica iscriviti alla lista Finestra ecumenica - Dialogo tra le chiese.

Sfide e opportunità che le donne hanno offerto e continuano a offrire alle Chiese e al movimento ecumenico

Leggi tutto: Sfide e opportunità che le donne hanno offerto e continuano a offrire alle Chiese e al movimento...

Maggio 2017

Mary Tanner* per Finestra ecumenica

Lungo tutto il XX secolo si è verificato quello che Pauline Webb, una leader metodista ecumenica, definì “una costante infiltrazione nel movimento ecumenico da parte delle donne e della loro voce.” Le donne portarono nuove sfide e opportunità all'interno del movimento ecumenico e attraverso di esso anche alle Chiese. Ed esse continuano a farlo.

Continua la lettura

Federazione luterana mondiale

Leggi tutto: Federazione luterana mondiale

Maggio 2017

ABCDell'Ecumene

Dal 10 al 16 maggio, la Federazione luterana mondiale ha tenuto la propria assemblea generale a Windhoek (Namibia). L’assemblea è il momento decisionale più importante di questa comunione mondiale delle chiese luterane, e si tiene ogni sette anni. Vi intervengono circa 800 partecipanti, tra cui 324 delegati provenienti dalle 145 chiese membri presenti in 98 paesi del mondo, chiamati a eleggere un nuovo presidente e i membri del consiglio. L’assemblea di questa primavera è anche l’occasione per celebrare il quinto centenario della Riforma protestante: dal cuore dell’Europa, dove a Wittenberg nel 1517 ebbe origine la Riforma protestante, al Sud del mondo, in Namibia, a testimonianza del fatto che in cinquecento anni il cristianesimo della Riforma è diventato una presenza globale.

Continua la lettura

Sforzi verso una data comune per la Pasqua: una situazione senza speranza?

Leggi tutto: Sforzi verso una data comune per la Pasqua: una situazione senza speranza?

Aprile 2017

Dagmar Heller* per Finestra ecumenica
* Teologa luterana, Docente di Teologia ecumenica all’
Istituto Ecumenico di Bossey (Svizzera)

Quest’anno i cristiani hanno un’occasione eccezionale per manifestare la loro unità celebrando la risurrezione di Gesù Cristo alla stessa data. Ma ciò non accadrà più fino al 2025, se le Chiese continueranno a seguire ciascuna il proprio modo tradizionale per calcolare la data della Pasqua.

Continua la lettura

Giustificazione. Ascoltare insieme l’evangelo della grazia

Leggi tutto: Giustificazione. Ascoltare insieme l’evangelo della grazia

Aprile 2017

Dal 26 al 28 maggio si terrà al Monastero di Bose l’VIII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità della Riforma sul tema “Giustificazione. L’evangelo della grazia”. Tale convegno – che affronterà in chiave ecumenica uno dei temi fondanti della Riforma del Cinquecento – è stato pensato e voluto dai fratelli e dalle sorelle di Bose come occasione privilegiata per unirsi alle commemorazioni del V centenario della Riforma protestante che ricorre nel 2017.

Continua la lettura

Le chiese cristiane in Siria

Leggi tutto: Le chiese cristiane in Siria

Aprile 2017

ABCDell'Ecumene

Un mosaico tra i più complessi e affiatati quello delle chiese cristiane in Siria, una terra dove l’ecumenismo ha una storia antica quasi quanto la divisione. Proprio qui, infatti, intorno alla città di Antiochia (di Siria, appunto, anche se oggi si trova nel sud della Turchia) dove i discepoli di Gesù il Messia furono chiamati per la prima volta “cristiani” (cf. At 11,26), sono emersi i germi di una diversità che ha da sempre faticato a essere mantenuta in unità. Proprio questa chiesa, l’antico e ancora vivacissimo patriarcato di Antiochia, ha conosciuto divisioni quasi a ogni concilio ecumenico, e prima ancora, in epoca apostolica: qui innanzitutto si sono confrontate le due anime del cristianesimo primitivo, credenti provenienti dal giudaismo e dal paganesimo; qui i concili ecumenici dei secoli V-VII hanno evidenziato, con divisioni ancora non sanate, le differenti interpretazioni del mistero cristiano; qui ancora, durante il secondo millennio, hanno visto la luce varie chiese orientali unite a Roma (dette “uniate”) e chiese legate alla Riforma protestante.

Continua la lettura