• Home
  • Televisione, comunicazione, umanità

Televisione, comunicazione, umanità

Televisione, comunicazione, umanità

11 Giugno 2017

(Salva su calendario)

Italia

Aldo Grasso
Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

La tv trasuda 'spazzatura', non c'è dubbio, ed è piena di discorsi stupidi e insensati ma, a furia di parlarne male, non ci siamo quasi accorti dell'esistenza di forme di racconto intelligente che, lungi dal raffigurare la deriva morale della nostra società, si rivelano utili strumenti di comprensione della nostra umanità.
Le serie tv hanno plasmato l'immaginario collettivo: grazie non solo alle nuove tecnologie di diffusione digitale, ma anche e soprattutto a una raffinatezza tecnica e stilistica sempre più nitida, hanno saputo dare forma ai desideri e agli incubi che popolano il reale, creando dipendenza.
Lo sviluppo delle telecomunicazioni ha creato un mondo mediato e iperconnesso e ha costretto noi che lo abitiamo a fare i conti con confini non più locali, ma globali, cambiando anche le regole con cui definiamo il nostro senso di appartenenza a una comunità.

17 grassoAldo Grasso è il più importante critico televisivo italiano. Scrive sul Corriere della Sera ed è autore di Che cos’è la televisione e Prima lezione sulla televisione. È professore ordinario di Storia della radio e della televisione all’Università Cattolica di Milano.


É previsto un primo incontro alle 10.30, l’eucaristia alle 12.00, la ripresa con il secondo incontro alle 15.00, seguito dal vespro.


Iscrizioni aperte dal 9 gennaio 2017

Per iscrizioni:
Tel: (+39) 015 679 185
dal lunedì al sabato eccetto sabato sera
a questi orari
dalle 10.00 alle 12.00;

dalle 14.30 alle 16.30;

dalle 20.00 alle 21.00.

Per informazioni:ospiti@monasterodibose.it